Resta sempre aggiornato sul mondo Vegan Italy

iscriviti alla newsletter

Vegan Italy Blog

Torture in streaming

Torture in streaming

31/05/2018

Altro che insegnare ai follower come sopravvivere nella natura selvatica! I video dei coniugi Phoun Raty e Ah Lin Tuch raccolti nel canale YouTube Natural Life TV erano veri e propri abusi sugli animali! In ogni filmato, la moglie Ah Lin catturava (o faceva finta di farlo), uccideva e cucinava animali che in Cambogia appartengono a specie protette, perché a rischio di estinzione (come il raro gatto viverrino). Ecco perché, nonostante i milioni di visualizzazioni e una community di oltre 30 mila iscritti, il canale è stato chiuso, i video (ma non tutti) sono stati rimossi e la coppia, su cui è stata aperta un’inchiesta, ha dovuto fornire scuse pubbliche, spiegando di non essere a conoscenza che si trattasse di specie protette. Ci è o ci fa? ...

Lars von Trier innocente

Lars von Trier innocente

30/05/2018

The House That Jack Built, ultima fatica del regista danese che ha suscitato scalpore per la violenza della storia (una rivisitazione dei crimini di Jack Lo Squartatore ambientata nell’America degli anni Settanta), ha fatto parlare di sé anche per i presunti abusi sugli animali: in una scena infatti il protagonista, interpretato da Matt Dillon, mutila la zampa di un’anatra. Per fare chiarezza, è intervenuta la nota associazione animalista PETA, che in una dichiarazione ufficiale ha affermato che la zampa in questione è stata ricreata con il silicone e che alla scena sono stati aggiunti effetti speciali. Insomma, per questa volta è davvero solo finzione. ...

Questa volta il trucco non è riuscito

Questa volta il trucco non è riuscito

29/05/2018

La famosa azienda di gelati Algida è finita nel mirino per il recente spot del Cornetto, uno dei suoi prodotti più famosi. Nella pubblicità si vede il protagonista che, nel tentativo di conquistare una ragazza, si cimenta in una serie di giochi di prestigio, tra cui tirare fuori dallo zaino un coniglio bianco. Da cosa nasce la polemica, vi chiederete? Dal fatto che il povero coniglio venga tenuto per le orecchie, pratica che, come spiega il veterinario Luca Re, presidente di AVEM  (Associazione Veterinari Animali Esotici) è “dolorosa e che può provocare gravi danni funzionali all’animale; trovandosi in una situazione di pericolo ed in preda al dolore, può scalciare per liberarsi, fratturandosi spontaneamente la colonna vertebrale, con conseguenti danni spinali gravi ed irreversibili”.
Ce n’era proprio bisogno, per sponsorizzare un gelato? AGGIORNAMENTO: il 31 maggio l'Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) ha diramato un comunicato con la notizia che Algida, in seguito alle proteste, ha sospeso lo spot. ...

Menu veg per Jamie Oliver

Menu veg per Jamie Oliver

28/05/2018

Il noto chef britannico ha twittato che nella sua catena di ristoranti italiani i clienti potranno gustare sia un menu vegetariano che uno vegano, con proposte deliziose come casarecce alla puttanesca, tagliatelle al pomodoro, cavolfiore alla siciliana, insalate a base di super food e 4 diverse pizze. Jamie Oliver è da tempo sensibile a una sana alimentazione a base vegetale, tanto che all’inizio di maggio ha lanciato la National Vegetarian Week, un’iniziativa che consisteva nel non consumare carne per 5 giorni, dal 14 al 20 maggio. ...

Nuovi gusti veg per Häagen-Dazs

Nuovi gusti veg per Häagen-Dazs

27/05/2018

Dopo Avolato, prepariamoci a un’estate ancora più dolce, grazie alla celebre azienda di gelati a stelle e strisce, che arricchisce l’offerta cruelty-free con quattro nuove proposte: gli stecchi Peanut Butter Chocolate Fudge e Coconut Caramel Dark Chocolate, e le vaschette Crunchy Peanut Butter e Coconut Cookies and Crème, a base di ingredienti come burro di arachidi, crema di cocco, cioccolato fondente. Häagen-Dazs non è nuova a queste sperimentazioni: già l’anno scorso aveva lanciato quattro gusti rigorosamente veg: Peanut Butter Chocolate Fudge, Coconut Caramel, Chocolate Salted Fudge Truffle e Mocha Chocolate Cookie. Siamo pronti per l’assaggio! ...

Perfect milk

Perfect milk

25/05/2018

Perumal Gandhi e Ryan Pandya, due studenti di origine indiana che nel 2014 che hanno fondato la startup Perfect Day a San Francisco, sono riusciti a ottenere in laboratorio latticini e derivati a partire da microrganismi come lieviti e funghi, grazie a una modifica genetica che fa loro produrre le proteine del latte. A queste proteine si aggiungono poi zuccheri, grassi vegetali e microelementi, et voilà… Ecco pronto un gemello del latte vaccino, ma 100% cruelty-free e più salutare, perché privo di lattosio e colesterolo, ma soprattutto di ormoni, steroidi e antibiotici. ...

Dalle librerie al grande schermo

Dalle librerie al grande schermo

24/05/2018

Il celebre saggio dello scrittore americano Jonathan Safran Foer Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? sbarcherà nei cinema americani il 15 giugno. Il regista Christopher Quinn ne ha infatti tratto un documentario, la cui voce narrante sarà quella dell’attrice Natalie Portman, che proprio grazie alla lettura del libro ha compiuto la transizione da vegetariana a vegana. Eating Animals - questo il titolo dell’edizione originale - è il risultato di 3 anni di indagine da parte di Foer, che si è immerso nella terribile realtà degli allevamenti intensivi, descrivendola con il suo stile diretto e che non lascia niente all’immaginazione. Il documentario ha già ottenuto critiche positive da chi ha potuto vederlo in anteprima. Lo aspettiamo anche noi in Italia con molta curiosità. ...

Il grattacielo dei maiali

Il grattacielo dei maiali

23/05/2018

Dopo un passo avanti verso gli animali, la Cina ne fa uno indietro: nonostante i prezzi della carne suina abbiano subito un notevole ribasso negli ultimi otto anni, l’industria dell’allevamento intensivo ha escogitato un nuovo metodo per potenziare la produzione: gli “hotel per maiali”. Si tratta di grattacieli multipiano, più cari di un impianto tradizionale, ma che consentono di risparmiare suolo, quindi possono essere edificati anche nelle vicinanze dei grandi centri abitativi. Il più rappresentativo è quello di Guangxi Yangxiang, società agricola privata del sud del Paese, che gestisce due allevamenti di scrofe a 7 piani e ne sta costruendo altri 4, tra cui uno di 13 piani (altezza record), per un totale di 30 mila scrofe su 11 ettari di sito, che partoriranno fino a 840 mila maialini all’anno. ...

Crudeli assassini

Crudeli assassini

21/05/2018

Svolta nella triste vicenda del lupo che lo scorso novembre è stato ritrovato impiccato alla pensilina di una fermata dell’autobus a Coriano, in provincia di Rimini. Le indagini condotte dai carabinieri forestali hanno portato alla denuncia a piede libero di due residenti della zona, che lavorano in un’azienda agricola. I due criminali sono stati inchiodati dall’analisi dei tabulati telefonici delle chiamate intercorse tra i due, e dalla perquisizione del furgone che usano per gli spostamenti, su cui sono stati trovati peli e tracce ematiche del lupo, “colpevole” ai loro occhi di aver aggredito il gregge dell’azienda. Le associazioni animaliste di Rimini e l’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) hanno già annunciato che si costituiranno parte civile al processo. ...

Maltrattamenti davanti la cinepresa

Maltrattamenti davanti la cinepresa

20/05/2018

Stando a PETA, la serie americana Westworld, in onda sul network HBO, avrebbe usato in un episodio, ambientato in un parco a tema ispirato all’India coloniale, un elefante che in passato era stato vittima di maltrattamenti da parte della società che mette a disposizione gli animali per le produzioni cinematografiche e televisive. Taj, questo il nome dell’elefante, nel 2011 sarebbe stato sottoposto più volte alla tortura dell’elettroshock, utilizzata come metodo di “addestramento”.
In un comunicato ufficiale, il network ha sottolineato che la produzione di Westworld ha ricevuto il marchio “No Animals Were Harmed” (Nessun animale è stato maltrattato) da parte della Animal Human Alliance (AHA), e che non ha niente a che fare con questi episodi di maltrattamento. Caso chiuso? ...

Gelato gusto Avolato

Gelato gusto Avolato

19/05/2018

No, non è un refuso: si chiama proprio così il nuovo trend vegan della gelateria. Ideato dalla catena “di lusso” Snowflake, con sede a Londra, si tratta di un gelato a base del pregiato avocado Hass, senza ingredienti animali, zuccheri raffinati né glutine. La particolarità? In barba a coni e coppette, Avolato viene servito all’interno di un vero guscio di avocado, fornito pure di nocciolo (che, a differenza di quello vero, si può mangiare, perché fatto con burro di arachidi, semi di lino, mandorle, noci e latte di soia). Per poterlo gustare, bisogna sborsare 9 sterline e mezzo, pari a circa 10 euro. Spopolerà, nonostante il prezzo non proprio popolare? ...

Scarpe Nak - No Animal Killed

Scarpe Nak - No Animal Killed

18/05/2018

Dopo le scarpe “ai funghi”, anche il brand di moda londinese NAK(acronimo per No Animal Killed, “Nessun animale ucciso”), ad aprile ha lanciato Fashionist, collezione di scarpe per donna e uomo 100% cruelty-free. Cosa c’entra il Belpaese, vi chiederete? Il progetto è londinese, ma la manodopera è 100% italiana. La linea comprende svariati modelli: dagli stivaletti in faux suede (finto camoscio) ai sandali tacco 12, dagli anfibi alle sneakers, tutti acquistabili online (senza spese di spedizione per l’Europa). ...

Gran Chaco devastato

Gran Chaco devastato

17/05/2018

The Avoidable Crisis, report rilasciato dalle organizzazioni per la difesa dell’ambiente Mighty Earth, Rainforest Foundation Norway e Fern, mostra il legame tra le industrie della carne e dei latticini e la deforestazione di massa in Sudamerica. Un’investigazione compiuta tramite l’invio di un drone, che ha sorvolato la regione del Gran Chaco tra Argentina, Bolivia, Brasile e Paraguay, ha scoperto che l’ecosistema di questo territorio è stato letteralmente devastato da aziende alimentari come Cargill e Bunge, che lo hanno tramutato in campi di soia per il mangime degli animali destinati a fast food e supermercati, radendo al suolo ettari su ettari di foresta e mettendo in serio pericolo le specie che vi abitano, come giaguari, armadilli pelosi urlatori e formichieri giganti. ...

In difesa degli scimpanzé

In difesa degli scimpanzé

16/05/2018

Elisabetta Canalis, ex velina di Striscia la Notizia ormai di stanza a Los Angeles, ha collaborato con la PETA per sensibilizzare l’opinione pubblica sui primati sfruttati nell’industria cinematografica e televisiva. Sul suo profilo Instagram, la soubrette ha pubblicato la semplice immagine di uno scimpanzé, con un appello in cui ha chiesto rispetto per questi poveri animali, che non chiedono di essere attori, che non lo sognano, che vengono strappati dalle madri subito dopo la nascita e picchiati per “recitare”, per trascorrere infine gli ultimi giorni di vita dentro le gabbie minuscole e sporche di un parco zoologico. Il post ha subito superato la soglia dei 12 mila Mi piace. Nel 2017, la Canalis aveva già fatto da testimonial all’organizzazione animalista, posando senza veli contro l’utilizzo delle pellicce nell’industria della moda. ...

Moby all'asta

Moby all'asta

14/05/2018

Il celebre musicista nonché ristoratore, famoso per il suo attivismo e la sua dedizione alla causa vegana, ha colpito ancora: alla fine di aprile ha aperto lo shop online The Official Moby Reverb Shop, in partnership con il rivenditore online Reverb.com, dove ha messo all’asta oltre 100 pezzi della sua collezione personale di strumenti musicali. I proventi delle vendite saranno devoluti all’organizzazione Physicians Committee for Responsible Medicine (PCRM), fondata dal dottor Neal D. Barnard, uno dei più autorevoli medici statunitensi sul tema dell’alimentazione a base vegetale e autore best seller (in Italia è appena uscito Il programma Kickstart). ...

Evanna Lynch testimonial

Evanna Lynch testimonial

13/05/2018

La giovanissima attrice, che ha raggiunto la popolarità interpretando la svampita Luna Lovegood nella saga di Harry Potter, da tempo vegana, si è prestata come testimonial per una campagna della peta2 (la divisione giovanile della PETA, People for the Ethical Treatment of Animals) per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli orrori della sperimentazione animale. Nello spot, Evanna Lynch fa letteralmente da “cavia” ai test di laboratorio. Chad, lo sperimentatore, le applica sostanze chimiche sul viso e negli occhi per testarne la tossicità, come purtroppo succede agli animali nella realtà. Immagini che non si dimenticano e che fanno riflettere. ...

Dalla Cina arriva Omnipork

Dalla Cina arriva Omnipork

11/05/2018

Anche la Cina si lancia nel mercato dei sostituti dei cibi animali: a Hong Kong, l’azienda Right Treat  ha lanciato Omnipork, il primo prodotto al mondo 100% vegetale che rimpiazza le carni suine. A base di una combinazione di proteine, piselli, soia non OGM, funghi Shiitake e riso, Omnipork si trova ora in fase di approvazione da parte delle autorità di regolamentazione cinesi; se supererà i dovuti controlli, potrebbe essere venduta in Cina entro la fine dell'anno. Farà concorrenza al “salmone vegano.”  ...

Lunedì niente carne

Lunedì niente carne

10/05/2018

L’iniziativa Meatless Monday, i “lunedì senza carne” lanciati da Paul McCartney che prevedono appunto l’astensione dal consumo di carne ogni primo giorno della settimana, sbarcano nelle scuole della Scozia. Grazie all’impegno dell’ex Beatle e della figlia Stella (che abbiamo ospitato sul numero 2 di Vegan Italy), dall’inizio del mese le mense degli istituti elementari di Edimburgo ogni lunedì servono un menu rigorosamente vegetariano. Secondo il consigliere municipale della città, Ian Perry, responsabile del settore educazione e famiglia nonché promotore dell’iniziativa, il vantaggio principale sarà incentivare un’alimentazione naturale sin dalla prima infanzia. Inoltre, aiuterà i bambini a diventare più consapevoli della salvaguardia dell’ambiente e del modo in cui vengono sfruttati gli animali. ...

Quello che gli animali non dicono

Quello che gli animali non dicono

09/05/2018

Nell’ultimo degli Incontri con la società - la seguitissima rassegna di conferenze organizzata dall’Università della terza età di Asti e coordinata da Giovanna Banchieri - in programma venerdì 11 maggio ad Asti in corso Alfieri, a Palazzo Mazzetti, dalle ore 17,00 alle ore 18,30 si discuterà dei temi legati ai Diritti degli Animali. Presentato da Francesco Scalfari, direttore del Polo Universitario “Rita Levi Montalcini”, ospite della serata sarà il sociologo e giornalista Maurizio Scordino, che voi lettori di Vegan Italy conoscete per i suoi articoli “al vetriolo”, in particolare quelli riferiti al cosiddetto “Benessere animale”. “Un concetto assai abusato nel linguaggio del marketing delle aziende alimentari”, spiega il relatore, “che molto spesso finisce col divenire fuorviante per il consumatore in buona fede. Si tratta quasi sempre di pubblicità ingannevoli che fanno leva proprio sulla sensibilità di moltissime persone verso determinati argomenti, soprattutto se legati alla tutela dell’ambiente, alla solidarietà, all’empatia e alla salute”. I consumatori cosiddetti “etici”, insomma: quelli che, in numero sempre crescente, ritengono che anche l’alimentazione debba essere direttamente collegata a progetti ecosostenibili, al rispetto per i diritti dei lavoratori e che sono contrari alla sofferenza degli animali. “Una tendenza in costante aumento rilevata anche dall’Istat”, continua il sociologo, “che le industrie alimentari tengono pertanto in grande considerazione, effettuando specifiche ricerche di mercato e adottando di conseguenza un lessico ad hoc, per “imbonire” i propri prodotti. Un nuovo vocabolario che - giocando sporco sul comune significato assegnato al termine: “benessere” - lascia intendere al consumatore una condizione idilliaca in cui gli animali sarebbero allevati, ma che invece non riflette affatto l’assai meno benevola realtà”. ...

Il salmone vegano

Il salmone vegano

08/05/2018

Dopo l’hamburger 100% meat-free, tocca al “pesce”: la startup Terramino Foods, con sede a San Francisco (USA), ha ideato un prodotto identico al salmone nel gusto, nell’odore e nelle caratteristiche nutrizionali, ma a base di ingredienti vegetali – per la precisione, una combinazione di koji, un tipo di muffa, e alghe, che apportano, oltre al gusto, anche gli importanti acidi grassi omega-3.  Per assaggiarlo però, dovremo aspettare ancora qualche mese: l’azienda prevede il lancio sul mercato di filetto e hamburger di “salmone” entro la fine del 2018. ...

Gli spaghetti veg di Eminem

Gli spaghetti veg di Eminem

06/05/2018

In occasione del festival Coachella, che si tiene ogni anno ad aprile in California (USA) e attira i più grandi nomi della musica internazionale, Eminem, il “bad boy” della scena rapper a stelle e strisce, ha venduto un piatto molto speciale: gli spaghetti con polpette “Rabbit” in versione vegan. Il nome è un omaggio al soprannome del personaggio interpretato da Eminem nel film autobiografico 8 Mile, a cui la mamma serviva appunto gli spaghetti con polpette, nella versione classica. Ma anche la rivisitazione cruelty-free è stata molto apprezzata dal pubblico! ...

Funghi ai piedi

Funghi ai piedi

05/05/2018

No, non stiamo parlando di fastidiosissime micosi, bensì di calzature 100% vegetali: il brand tedesco Nat-2 ha lanciato la linea Fungi Line, sneakers fatte appunto di “pelle” fungina e di una specie di spugna ricavata da plastica riciclata, con solette interne in sughero e suola esterna in gomma naturale. L’ingrediente segreto è il fungo Fomes fomentarius, non commestibile, che cresce sui tronchi degli alberi e ha una consistenza simile al legno. Oltre che nel campo della moda, viene utilizzato anche per la cosmesi e negli integratori alimentari per il trattamento della dermatite atopica e il rafforzamento delle difese immunitarie. Prima di fiondarvi nel negozio sotto casa, però, un attimo di pazienza: le scarpe per il momento non sono acquistabili online, ma potete trovarle in alcuni negozi a Milano, Firenze e Bolzano. ...

Il veggie burger che sanguina

Il veggie burger che sanguina

03/05/2018

White Castle, catena USA di fast food, ha inserito nei propri menu Impossible Burgers, burger prodotti dall’azienda Impossible Foods, fondata dal biologo molecolare Patrick O. Brown. Stavolta però non si tratta dei classici prodotti vegetali a base di soia o altri legumi, bensì di un prodotto che ricorda in tutto e per tutto gli hamburger di carne: sanguina, persino! Com’è possibile? Il segreto è l’heme, un composto metallorganico che si trova nell’emoglobina e conferisce alla carne il caratteristico sapore “ferroso”. Gli scienziati di Impossible Foods hanno scoperto che le leguminose producono una proteina (legemoglobina) che contiene heme, è rossa, assomiglia all’emoglobina animale e può essere riprodotta in laboratorio a partire da lievito geneticamente modificato. Mescolata con il burro di cocco in sostituzione del grasso bovino, e altri ingredienti vegetali, dà come risultato un hamburger che non ha nulla da individiare alle polpette a cui sono abituati gli onnivori, ma è 100% cruelty-free. Il successo è tale, che su Care2 è stata lanciata una petizione online affinché anche McDonald’s, dopo il Vegan Burger testato in Svezia e in Finlandia, lo inserisca come proposta fissa nei suoi menu. ...

Da liberatori a reclusi

Da liberatori a reclusi

02/05/2018

Colpo di scena (in negativo) nella vicenda giudiziaria dei cani Beagle liberati nell’allevamento lager di Green Hill. Stando al viceprocuratore onorario Maria Cristina Matassi al termine della requisitoria davanti ai giudici dell’ottava sezione penale del Tribunale di Milano, i tre attivisti dell’associazione Coordinamento fermare Green Hill vanno condannati alla pena di 1 anno e 3 mesi di reclusione, perché il 20 aprile 2013 hanno occupato i locali del dipartimento di Farmacologia dell’Università Statale di Milano e liberato diverse decine di topi e un coniglio, che venivano usati come cavie. Nel corso dell’udienza (aggiornata al 25 giugno), fuori dal Palazzo di Giustizia si è svolto un presidio di attivisti, con indosso magliette con le scritte Aprire una gabbia non è un reato, ma un dovere e Contro la vivisezione, abbattiamo il muro di silenzio. ...