Resta sempre aggiornato sul mondo Vegan Italy

iscriviti alla newsletter

Vegan Italy Blog

Mi faccio un tattoo

Mi faccio un tattoo

30/03/2018

All’interno del Museo District di Amsterdam, Sea Shepherd, famosa per il suo impegno nella lotta in difesa di tutte le forme di vita marine, ha aperto un laboratorio di tatuaggi vegan, grazie all’impegno e al talento di Geert Vons, direttore artistico dell’organizzazione, nonché artista specializzato in disegni a tema oceanico e tribale. L’esigenza nasce dalla presenza ancora troppo diffusa di studi che utilizzano prodotti animali (per esempio, ossa in polvere, gelatina e carminio, un colorante ottenuto dall’essicamento e dalla polverizzazione della cocciniglia Dactylopius coccus) oppure vendono lozioni lenitive testate sugli animali. Nel caso vogliate farci un salto, attenzione però: il negozio riceve solo su appuntamento! ...

Cin-cin!

Cin-cin!

30/03/2018

Dal 22 marzo, è finalmente disponibile anche in Italia la versione vegana della famosa bevanda alcolica Baileys: a base di vaniglia, zucchero di canna, latte di mandorla e con un distillato di cereali fermentati ma non invecchiati, è certificata dall’AVA (American Vegetarian Association) ed è adatta anche ai celiaci, perché senza glutine. Lanciato sul mercato americano oltre un anno fa, Bailey’s Almande ha subito riscosso successo e interesse da tutto il mondo, e finalmente l’azienda ha ritenuto che i tempi fossero maturi per lo sbarco nel Belpaese. ...

Ti mangio vivo!

Ti mangio vivo!

29/03/2018

Sulla scia di Earthlings, Food, Inc. e Cowspiracy, un altro documentario veg sta per fare il suo debutto il 5 aprile in oltre 560 cinema americani: Eating You Alive, diretto da Paul Kennamer Jr., che nel 2014 ha seguito una dieta 100% vegetale come terapia per il dolore cronico alle giunture, riacquistando salute e voglia di vivere Il documentario immortala le testimonianze di eminenti dottori e famose celebrities – tra cui l’attore Samuel L. Jackson, l’illusionista Penn Jillette e il regista premio Oscar James Cameron – e spiega in che modo il consumo di prodotti animali ha condotto il mondo occidentale lungo la china discendente di malattie come diabete di tipo 2, cancro e obesità. Noi, come sempre, aspettiamo che sbarchi anche in Italia! ...

Forza, David!

Forza, David!

28/03/2018

L’atleta inglese David Ramsden, vegano da 10 anni, si sta preparando per due imprese da record, entrambe programmate per il mese di aprile, a tre settimane di distanza l’una dall’altra: correre la maratona di Barcellona ed effettuare un’escursione fino al campo base del monte Everest. Il messaggio che vuole lanciare è che l’alimentazione a base vegetale non è un ostacolo alle attività fisiche più estreme, anzi! Per dimostrarlo, David Ramsen sta postando i risultati del suo allenamento sulla pagina Instagram skinnyveganfitness. Tutti i proventi ricavati, inoltre, verranno donati al Lost Souls Sanctuary, un rifugio che si prende cura dei cani randagi. Bello e bravo! ...

Un triste addio

Un triste addio

27/03/2018

Ci ha lasciati a 45 anni Sudan, ultimo esemplare maschio al mondo di rinoceronte bianco settentrionale. Malato da tempo, i responsabili della riserva in cui viveva, Ol Pejeta Conservancy in Kenya, hanno preferito addormentarlo definitivamente, dopo che le sue condizioni si erano ulteriormente aggravate. Dal 1960 al 1984, la popolazione di questa sottospecie è drammaticamente calata da oltre 2 mila ad appena 15 rinoceronti. E ora sono rimaste solo due femmine, Fatu e Najin. ...

La dieta veg buona per il cuore

La dieta veg buona per il cuore

25/03/2018

Uno studio pubblicato dal “Journal of the American Heart Association” ha dimostrato che sostituire le proteine animali con quelle vegetali agisce sui livelli di colesterolo “cattivo” (LDL), rafforzando l’attività cardiaca. John Sievenpiper, medico ricercatore presso il St. Michael’s Hospital di Toronto, in Canada ha condotto una meta-analisi su 112 studi controllati randomizzati, scoprendo che nei soggetti che avevano consumato 1-2 porzioni di soia, frutta secca e legumi, al posto delle proteine animali, i livelli di LDL erano diminuiti del 5% in 3 settimane. Non facciamoci trarre in inganno dalla percentuale bassa: in una popolazione occidentale così dipendente dalla dieta junk food, che provoca forti rischi per la salute, anche un miglioramento in apparenza lieve può significare una vita salvata. ...

In India niente più latte per Danone

In India niente più latte per Danone

24/03/2018

A causa degli scarsi guadagni, la nota multinazionale ha in progetto lo stop delle vendite di latte fresco e UHT in India.  Il provvedimento non riguarderà invece gli altri prodotti a base di latticini. La Danone non è nuova a incursioni nel mondo veg, comunque: l’anno scorso ha acquisito WhiteWave Foods, società madre di marchi come Silk, Vega, So Delicious e Alpro, specializzati in alimenti plant-based, per 12,5 miliardi di dollari. Lo spostamento degli investimenti dai prodotti animali a quelli vegetali è un chiaro segnale del mutamento del mercato verso alternative più etiche e sostenibili. ...

Anche Donatella dice BASTA alle pellicce

Anche Donatella dice BASTA alle pellicce

23/03/2018

Un’altra buona notizia dal mondo della moda: anche Donatella Versace non utilizzerà più le pellicce nelle sue collezioni.
In una recente intervista rilasciata a “1843”, magazine culturale di “The Economist”, la stilista ha dichiarato che ha chiuso con le pellicce: “Non voglio uccidere animali per fare moda. Non mi sembra giusto”. ...

Denim etico

Denim etico

22/03/2018

Il designer Tiziano Guardini, giovane talento già insignito nel 2017 del premio “Franca Sozzani” come Miglior Stilista Emergente in occasione del Green Carpet Award, ha avviato una collaborazione con il brand turco ISKO, leader mondiale nella produzione di denim, per lanciare una nuova linea di abbigliamento con materiali cruelty-free, in alternativa alla pelliccia: cappotti e inserti saranno fatti con il cosiddetto “pelo denim”, ovvero cotone biologico riciclato. Obiettivo della collaborazione, come spiega Fabio Di Liberto, direttore di ISKO, è “ideare un’alternativa alla pelliccia animale responsabile, divertente, di tendenza e cruelty-free, e con la medesima qualità”. Guardini ha confermato che “lavorare con ISKO è un sogno che diventa realtà”. ...

Aggiungi un... doc

Aggiungi un... doc

20/03/2018

SSNV (Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana), fondata e presieduta dalla dottoressa Luciana Baroni, ha lanciato la campagna "Porta un medico". In cosa consiste? Se conosci medici vegani, vegetariani oppure simpatizzanti, invitali a iscriversi a Ssnv! Riceveranno in regalo il nuovissimo libro Il PiattoVeg_50+, che racchiude le linee guida per una dieta vegana low-fat, la più potente dieta per la prevenzione e il trattamento delle malattie cardiovascolari, del diabete e dell'obesità. Lo scopo è offrire a un numero sempre maggiore di medici le conoscenze sulle potenzialità dell’alimentazione basata sui vegetali nella prevenzione e nel trattamento, a vantaggio dei pazienti. E anche tu riceverai in regalo il libro! ...

Il McVegan va… come il pane!

Il McVegan va… come il pane!

19/03/2018

Vi avevamo parlato del lancio nell’Europa del Nord del McVegan, il nuovo panino di McDonald’s 100% vegetale. Come è stato accolto dai consumatori? Benissimo, stando ai primi dati raccolti in gennaio. Si parla infatti di 150 mila burger venduti in Finlandia e Svezia. Peter Ruzicka, CEO di Orkla Foods (l’azienda che ha affiancato McDonald’s nella realizzazione della polpetta vegetale), ha commentato che questo risultato riflette un profondo cambiamento nelle abitudini alimentari della popolazione. E poiché la multinazionale è un franchising, la speranza è che molte più proposte veg vengano sviluppate e commercializzate nei punti vendita sparsi per il globo. ...

Boom dell’hashtag #Veganlife

Boom dell’hashtag #Veganlife

16/03/2018

Nesta McGregor, giornalista di BBC News, ha constatato che, dal 2016, il numero di post su Twitter contenenti l’hashtag #Veganlife è aumentato di un significativo 85%! Grande risonanza mediatica ha avuto soprattutto la campagna Veganuary, che propone ai partecipanti di seguire un’alimentazione a base vegetale (partendo da gennaio, e possibilmente proseguendo nel resto dell’anno), che può contare tra i sostenitori celebrities come le cantanti Miley Cirus e Ariana Grande, e il campione di Formula 1 Lewis Hamilton. ...

Veg Money

Veg Money

15/03/2018

Lo sconfinato universo delle app ha accolto di recente VeganNation, che si avvale dei VeganCoin - una criptovaluta tracciabile – e ha l’obiettivo di mettere in collegamento i vegani di tutto il mondo, che potranno usare questa moneta virtuale per usufruire dei servizi offerti dalla piattaforma, come la condivisione di pasti o l’e-commerce di prodotti cruelty-free, ma anche per segnalare e condividere messaggi e azioni di attivismo. Isaac Thomas, CEO di VeganNation, spiega che “nell’epoca digitale in cui stiamo vivendo, individui da ogni angolo del globo possono entrare in contatto per creare molto più di una semplice comunità; possono creare una vera e propria nazione vocata al lifestyle vegan e che cambierà il mondo”. ...

Un sapone per i diritti dei transgender

Un sapone per i diritti dei transgender

14/03/2018

L’azienda di cosmesi LUSH, che si è sempre distinta nell’impegno in difesa degli animali utilizzando solo ingredienti 100% cruelty-free nei suoi prodotti, ha messo in vendita negli Usa un nuovo sapone solido, Inner Truth, che oltre a essere rispettoso degli animali lo è anche delle persone transgender, perché il ricavato delle vendite verrà devoluto alle associazioni che fanno parte del National Center for Transgender Equality e del Canadian Centre for Gender and Sexual Diversity. A forma di cuore bicolore, azzurro e rosa, il sapone è a base di burro di cacao del commercio equosolidale, olio di mandorle, bergamotto e arancia, costa 5,95 dollari e ha già riscosso molto successo tra la clientela. A quando il lancio in Italia? ...

Un Pastore per tutte le creature

Un Pastore per tutte le creature

13/03/2018

L’8 marzo è venuto a mancare Luigi Lorenzetti, il rinnovatore della teologia morale: lo vogliamo omaggiare con un ricordo del nostro collaboratore Maurizio Scordino. «Decifrare il mistero del creato e, così, delineare l’impegno nel presente storico per preparare e anticipare la realtà futura di riconciliazione con il creato e con tutte le sue creature». Era questa l’esigenza che sentiva forse più pregnante, almeno negli ultimi anni, Luigi Lorenzetti: padre dehoniano e figura tra le più autorevoli a livello internazionale della teologia morale, scomparso lo scorso 8 marzo a Bologna all’età di 87 anni. Un filosofo sensibile, rigoroso e documentato, appartenente al ristrettissimo novero dei religiosi che riconoscono (anche) agli animali una propria dignità spirituale, in quanto portatori di diritti universali che superano quello imprescindibile del semplice “non dover soffrire”. Editorialista, tra il resto, di “Famiglia Cristiana”, su quelle pagine aveva dato loro la voce, attraverso una rubrica tra le più seguite del principale settimanale cattolico italiano. Un uomo semplice nella propria erudizione che, per quanto obiettivo e sempre realistico, sui temi animalisti alla rassegnazione preferiva la speranza. Infatti, pur consapevole di quanto in materia di pensiero teologico “si sia ancora lontani dall’elaborare e proporre una pastorale del creato”, Luigi Lorenzetti non si stancava mai di sottolineare come “in questi ultimi decenni il tema del creato sia entrato nella missione della Chiesa a livello magistrale”. Una valutazione forse un po’ troppo estensiva delle creature che lo compongono, ma il cui merito (se fosse vera) andrebbe anche al “pensiero” di Padre Luigi. ...

Folco Terzani

Folco Terzani

12/03/2018

Tra i membri del team Feel Free, la squadra di maratoneti veg che dal 28 al 30 correranno l’ultramaratona Milano-Sanremo a piedi nudi, anche Folco Terzani, figlio del celebre giornalista Tiziano e di Angela Staude. Dopo la laurea in Lettere moderne presa all’università di Cambridge, si iscrive alla New York University Film School. Documentarista e scrittore, ha girato il mondo perché, come ha rivelato in un’intervista, “ad un certo punto ognuno deve trovare la sua strada; io ho scelto quella di staccarmi dal mondo attuale per riscoprire me stesso. Oggi si parla di vedere in 3D la televisione ma in quel caso non puoi affrontare direttamente quello che succede, sei sempre uno spettatore, invece io ho vissuto in 3D (dal vero) esperienze incredibili e ho imparato dagli animali e soprattutto dal lupo che si può vivere anche senza tante ricchezze. La ricchezza è dentro di noi. Il sole è la nostra fonte più importante grazie a lui c’è vita. Non trasformiamoci in mostri”.   ...

L'Arturo liberato

L'Arturo liberato

11/03/2018

L’“Arturo” del titolo è un bisonte americano, ultimo animale “ospitato” dalla struttura di Cavriglia, in provincia di Arezzo, un parco naturale (o, meglio, definito tale) sorto nel 1978 in onore e memoria del partigiano ucraino Nikolaj Bujanov, dove venivano detenuti gli animali dello zoo di Tallin. Anno dopo anno però, la cassa si svuota e la struttura non è più in grado di far fronte alle spese e alla manutenzione delle gabbie. Gli animali, man mano, vengono quindi trasferiti in altre sedi (a patto che non siano zoo, ovviamente): e il 12 febbraio è toccato anche ad Arturo, che è stato accolto nella fattoria didattica Santa Paolina, in provincia di Ancona, dove finalmente potrà vivere una vita migliore. ...

Panino veg by Ikea

Panino veg by Ikea

10/03/2018

La nota catena di arredamento svedese ha annunciato sul profilo Instagram Ikea Food Services che, a partire da agosto 2018 nei punti vendita d’Europa e dal 2019 nel resto del mondo, i clienti potranno scegliere dal menu anche il primo hot dog veggie, a base di ingredienti 100% vegetali: cavolo verza, lenticchie rosse, quinoa, semi di finocchi e additivi (questi ultimi però potrebbero non essere vegan). Il panino, attualmente in fase di test nello store di Malmö, si unisce alle polpette, alle brioche e al tortino di mele già ordinabili in menu, e segue l’esempio di altre multinazionali del food come McDonald’s, che ha lanciato il McVegan, e Starbucks, che ha lanciato il Vegan Wrap. ...

Benvenuto allo scoiattolo meridionale!

Benvenuto allo scoiattolo meridionale!

09/03/2018

Era sotto i “riflettori” già da tempo, ma finalmente ha ricevuto il riconoscimento come specie a tutti gli effetti, in seguito alla pubblicazione sulla rivista Hystrix, the Italian Journal of Mammalogy dello studio Lew endemic mammal species for Europe: Sciurus meridionalis (Rodentia, Sciuridae), condotto da Lucas A. Wauters, Giovanni Amori, Gaetano Aloise, Spartaco Gippoliti, Paolo Agnelli, Andrea Galimberti , Maurizio Casiraghi, Damiano Preatoni e Adriano MartinoliDi chi stiamo parlando? Dello scoiattolo meridionale (Sciurus meridionalis)! Diffuso nei boschi della Calabria e della Basilicata, è strettamente imparentato con lo scoiattolo comune europeo, ma a differenza dei suoi parenti presenta un mantello sempre scuro, cranio e mandibola di diversa forma, ed è leggermente più grande. ...

I tentennamenti di Tom Ford

I tentennamenti di Tom Ford

08/03/2018

Il celebre stilista e regista, dopo aver abbracciato un’alimentazione a base vegetale (anche se ammette di consumare ancora panificati non vegan, di tanto in tanto), ha dichiarato in un’intervista su Women’s Wear Daily che questo nuovo di stile non poteva non riflettersi anche sul proprio lavoro nel mondo della moda. Pur avendo dichiarato di aver aumentato l’utilizzo della pelliccia sintetica nelle sue collezioni però, non si ritiene ancora pronto per abbandonare completamente quella animale: come “compromesso”, sceglierà solo sottoprodotti dell’industria animale. ...

USA: stop ai test sugli animali

USA: stop ai test sugli animali

07/03/2018

A gennaio, la Physicians Committee for Responsible Medicine, fondata nel 1985 dal dottor Neal D. Barnard a Washington, DC,  ha pubblicato un documento, sottoscritto da diverse agenzie federali, con la promessa ufficiale di impegnarsi  a ridurre ed eliminare l’utilizzo di animali nei test di tossicità di sostanze chimiche e farmaci. L’obiettivo è accelerare il passaggio a tecnologie più moderne, migliorare la rilevanza dei risultati per gli esseri umani e preservare e potenziare la salute pubblica. E in Europa? Nel nostro continente, dal 2013 è in vigore un decreto che vieta la sperimentazione su animali di alcuni test (ma non tutti) degli ingredienti dei cosmetici (ma non dei detersivi). Per essere sicuri dei nostri acquisti, sul sito di VIVO – Comitato per un consumo consapevole, possiamo trovare la lista aggiornata. ...

Il falso mito della dieta veg pericolosa

Il falso mito della dieta veg pericolosa

05/03/2018

Ci risiamo: periodicamente, la stampa riporta notizie e dati che dimostrerebbero l’inadeguatezza delle diete vegetali, soprattutto nelle donne in gravidanza e nei bambini, con il chiaro obiettivo di creare allarmismo e puntare su titoli sensazionalistici che catturano il pubblico. L’ultimo caso riguarda i dati raccolti dallo screening neonatale esteso per la diagnosi precoce delle malattie rare nei neonati (periodo 2015-2016), diffusi dalla Società SIMMESN (Società italiana per lo studio delle malattie metaboliche ereditarie e lo screening neonatale). La SSNV (Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana) ha quindi inviato un comunicato stampa che confuta le informazioni erronee e fuorvianti dello screening, invitandolo a leggerlo e diffonderlo. “Di questo studio”, afferma la dottoressa Luciana Baroni, fondatrice e presidente di SSNV, “sono stati divulgati risultati preliminari che sembrano almeno in parte non corretti: non è infatti stata rilevata la dieta di tutte le madri dei bambini, quindi ci sono casi di neonati per i quali non è nota la dieta della madre, che siano carenti o meno. Ci sono anche casi di bambini figli di madri vegetariane che non sono in carenza, in quanto la madre seguiva una dieta completa, e casi di figli di madri onnivore che invece sono in carenza. Come al solito la notizia serve solo per attaccare la dieta vegetariana, non per fare corretta informazione: la vera notizia, quella importante in termini di salute pubblica, è che anche le madri onnivore possono non avere nel sangue livelli di B12 adeguati per il loro piccolo, che nascerà carente”. Il comunicato conclude: “Ben venga una maggiore informazione sull’argomento e l’inserimento tra i test di routine per la donna in gravidanza la valutazione dello stato della B12, a prescindere dalla dieta seguita”. Speriamo che stavolta venga ascoltato come merita.   

- Foto di Yanalya - Freepik.com - 
...

Un trauma per i bambini

Un trauma per i bambini

03/03/2018

In seguito all’incontro il Comitato per i diritti dell’infanzia delle Nazioni unite e le delegazioni del governo di Spagna, tenutosi il 22 gennaio 2018 a Ginevra, è stato deciso di vietare la partecipazione dei minori di 18 anni alle attività di tauromachia (sia attivamente che passivamente come spettatori), per proteggerli dal potenziale danno psicologico derivante da uno spettacolo palesemente violento. La Spagna, in qualità di firmataria, è infatti tenuta a rispettare la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ONU (1989), il primo documento che riconosce diritti civili, sociali e politici ai bambini. ...

Vogliamo un contradditorio

Vogliamo un contradditorio

02/03/2018

In seguito alla eco data sui media alle dichiarazioni della SIPPS (Società italiana di pediatria preventiva e sociale) sulla “pericolosità” di un’alimentazione esclusivamente a base vegetale, il comitato direttivo della SSNV (Società scientifica di nutrizione vegetariana), fondata e presieduta dalla dottoressa Luciana Baroni, ha mandato una lettera aperta alla stampa, con una semplice domanda: Perché i professionisti in nutrizione vegetale (tra cui molti pediatri) non vengono mai interpellati per un vero contraddittorio? ...

Buone notizie dalla Cina

Buone notizie dalla Cina

01/03/2018

Il Paese asiatico ha cominciato il 2018 con un doppio impegno nei confronti dell’ambiente e degli animali: oltre ad aver bandito il commercio di avorio, ha avviato un piano di riforestazione che prevede di aumentare la superficie forestale della nazione del 23% entro il 2020. L’obiettivo del governo di Pechino è piantare 6,6 milioni di ettari di foresta per la fine di quest’anno e finanziare lo sviluppo di tecnologie pulite per la salvaguardia dell’ambiente. ...